Ristorante

Un ruvido gioiello del recupero, incastonato sul costone roccioso di San Nicola, a due chilometri dalla bianca cittadina di Peschici.
Le verande esterne fatte di travi dei vecchi trabucchi, pali portati dalle mareggiate invernali, tronchi contorti e scultorei; e ancora boe, nasse, reti, e una sala interna pari a un piccolo museo del mare: ricca di cimeli, vecchi arnesi e foto di fortunate pescate.
Un'ambiente rustico ed accogliente per una cucina ricca di tradizione ma innovativa nelle tecniche: cottura a basse temperature e in sottovuoto, o, ancora, l'abbattimento del pesce crudo secondo le normative.
Dal mare alla tavola, seguendo le ricette di sempre. Alla costante ricerca di materie prime di qualità e secondo la stagionalità.
Ma anche terra: le verdure degl'orti di Peschici, selezionate ogni mattina per i piatti che ogni mese cambiano forma e sapore seguendo il ciclo della natura e i migliori accostamenti con il pesce che s'impiglia nelle fortunate reti del trabucco e della piccola flotta garganica dalla primavera all'autunno.
Al trabucco anche il vino acquista l'importanza che gli si deve: una fornita cantina di soli vini pugliesi, con buoni vitigni internazionali ma una predilezione per quelli autoctoni della Capitanata tra cui il Bombino bianco e il Nero di Troia e la possibilità di degustare qualsiasi etichetta al calice. Una selezione di birre artigianali pugliesi e italiane per i più esigenti e un'area aperitivo aperta dalle 19.00 alle 20.00
E' imperdibile una cena al tramonto a coronare ogni visita a questi magici luoghi di Puglia.